Tredicesima puntata

Photo by Kurtz H. Ciattanuga – Personal Collection

Photo by Kurtz H. Ciattanuga – Personal Collection

La nuova e innovativa modalità operativa del rinnovato cenacolo culturale formato dall’eccelso Filolao, dalla Professoressa Rachele e dal Cavalier Lisandri Codut ha raggiunto nell’odierna puntata picchi impensabili di efficacia. Lisandri – le cui mai sospettate qualità attoriali ci hanno lasciati basiti – è talmente calato nella sua parte di povero cialtrone ignorante e cerebroleso da suscitare sensazioni di vero fastidio in chi lo ascolta. L’eccelso Filolao – ovviamente – non è da meno, e la sua (neanche tanto) malcelata insofferenza davanti alle reiterate figure da barbone analfabeta del Cavaliere è palpabile fisicamente, nonostante venga trasmessa via etere tramite le frequenze di Radio Onde Furlane. Anche la Professoressa Rachele comincia a prendere confidenza con la nuova metodologia didattica, e i suoi imbarazzati silenzi davanti alle figure meschine performances di Lisandri sono molto credibili. Verrebbe quasi voglia di raggiungere lo studio di registrazione e fracassare Lisandri con un nodoso randello di sana quercia friulana

L’ultimo escamotage scenico concepito dal Cavaliere – quello di essersi preparato su un tema del tutto diverso da quello promesso nella scorsa puntata – è stato poi veramente geniale e ha colpito nel segno. Se non fossimo veramente più che sicuri che si tratti di una studiata recita attentamente concepita per meglio trasmettere i valori del nostro amato Friuli, saremmo stati noi i primi a raggiungere Via Volturno per linciare Lisandri. Anche a costo di dare fuoco allo stabile per stanarlo.

Forse tuttavia sarebbe il caso che il Cavaliere – almeno una volta su cento – ne indovinasse qualcuna o almeno dicesse qualcosa di sensato, se non altro per creare un colpo di scena ad effetto. Tuttavia confidiamo nell’eccelso Filolao, nella sua incomparabile capacità di gestire con rara capacità e fine ironia i delicati equilibri della trasmissione.

E non possiamo non ringraziare l’eccelso Filolao per lo stile garbato con il quale ha chiesto a Lisandri lumi sui risultati delle elezioni del direttivo della sua creatura politica – la sempre più discussa Accolita Indipendentisti Durazzo – Friul Libar. Come a tutti noto, il Cavaliere è stato infatti silurato, vittima – stando alle sue affermazioni – di una sordida macchinazione opera del suo delfino, Dimitri Stakanovaz. L’eccelso Filolao nella sua immensa benevolenza ha evidentemente voluto concedere a Lisandri l’occasione per liberarsi di un peso, regalandogli l’opportunità di parlare in diretta dei tristi, recenti trascorsi politici. Una vera seduta psicoterapeutica in diretta, che deve avere permesso a Lisandri di calarsi ulteriormente nella difficile parte del povero cialtrone, ignorante, presuntuoso e vinto dalla vita. Grazie, eccelso Filolao.

Se il Cavaliere utilizza le frustrazioni che l’esistenza gli dona a piene mani come propellente per migliorare le sue prestazioni attoriali utilizzando il Metodo Stanislavskii, il noto artista friulano contemporaneo Kurtz H. Ciattanuga utilizza il potere arcano della Discaric Art per convertire il male di vivere che permea la nostra fiacca contemporaneità in opere figurative di raro impatto, capaci di descrivere olisticamente il triste Spirito del Tempo nel quale siamo immersi. Il lavoro grafico a ornamento del post odierno – Holy Path – ne è un mirabile e prototipico esempio. Kurtz H. si dimostra per l’ennesima volta un Maestro nella conoscenza della Gestalt, conoscenza accumulata attraverso un sofferto cammino umano, intellettuale ed artistico, che lo ha reso capace di imprimere sottili sollecitazioni percettive in chi fruisce delle sue opere, elargendogli l’opportunità di accedere a nuovi piani di lettura del reale. Grazie, Kurtz H..

E sempre a proposito di accesso a nuovi piani di lettura del reale, non possiamo non consigliare la meditata lettura dell’ultima fatica poetica di Lisandri, l’haiku friulano Mandi. La sua pensosa fruizione, sapientemente alternata alla visione dell’opera grafica Holy Path può aprire un vero portale multidimensionale nella mente del fruitore. I cuori deboli si astengano.

Dopo avere doverosamente ringraziato il monolitico Sandro Zavagno per il suo impagabile lavoro in regia e la Professoressa Rachele per la sua imperdibile rubrica culturale, rubrica della quale trovate l’elenco dei temi principali nella colonna qua a fianco, ricordiamo ai nostri fedeli lettori ed ascoltatori che la prossima puntata della stagione di ALLONSANFAN – Back to the Zeitgeist andrà in onda lunedì 30 marzo, come sempre alle ore 21.

Scarica la puntata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...